Il guardiapesca – di Ergo Scripsit

Masticava uno stecchino chino sugli attrezzi, muovendo le mani con gesti precisi a liberarli dalla terra, mentre il cane abbaiava contro le ombre della sera. Il boschetto che di giorno era quasi allegro, con un misto di alberi non troppo alti e arbusti inoffensivi, alle prime ombre invece faceva paura e per uno strano effetto... Continue Reading →

Non sono un assassino – di Ergo Scripsit

Lavai la ciotola con cura, passandola più volte nell’acqua. Facevo sempre molta attenzione ai miei gesti, usavo i miei rituali precisi per controbattere il fastidio che mi dava sapere che la gente aveva paura di me. Neanche fossi cattivo o mi divertissi a fare quel che facevo. Stamattina lo avevo ascoltato parlare con i suoi... Continue Reading →

Un giro di boa – di Ergo Scripsit

L’appuntamento è alle 20 a casa di lei, sfoggio anche la mia unica cravatta. Esco e mi tiro dietro la porta, soprappensiero: è arrivato il giorno in cui conoscerò i suoi genitori. Scendo in fretta le scale, cerco di non inciampare come al solito sugli ultimi due scalini in fondo, arrivo in strada, ma davanti... Continue Reading →

Fuoco – di Ergo Scripsit

Tutti sanno accendere un fuoco, oggigiorno. A parte che è facile trovare una fiamma pronta, anche nei villaggi più isolati c’è sempre un focolare acceso. Io per il mio lavoro uso un vecchissimo acciarino, lasciatomi da mio padre che l’aveva ricevuto dal suo: il nostro mestiere può sembrare facile, a volte, ma è meglio non... Continue Reading →

#nullologia – Elisa Spillo ed Ergo Scripsit

Elisa Spillo Vedi... io e lui, capisci? È difficile, ma pensa che, mica facile insomma. Io e lui... sembrava, lo sai dai, eppure... Niente, altrettanto io, veramente. Che poi, chi può dirlo? Eravamo comunque, come dire? Ecco! Un po'... forse... e il mio cuore, capisci? Lui, beh, niente... non saprei... forse... Se adesso, pensavo, affinché... Continue Reading →

Perdersi in un libro – di Ergo Scripsit

Aprii il libro appena trovato facendo attenzione alla copertina logora. L’interno sembrava intatto, le pagine di carta spessa e i caratteri rotondi, minuscoli ma facili da leggere. Il titolo era all’interno, ricordo di averlo letto ma lo dimenticai subito come quando ti presentano qualcuno ad una festa: le prime parole mi avevano già incuriosito. Sofia... Continue Reading →

Non leggere! – di Ergo Scripsit

- Aaron Zhang, Autorizzatore Imperiale - così mi presentai all’impiegato vestito di grigio che aspettava ai piedi delle scale di marmo secolare. Alzai gli occhi verso l’enorme costruzione in cima, la Madre Bibliofora, dietro cui si intravedevano due grandi colonne di vapore. Ero appena sceso dal dirigibile transoceanico, preso al volo dopo aver ricevuto il... Continue Reading →

#dentrolastoria – cànone

Buongiorno e buona domenica Parolanti. Come anticipato ecco all'articolo che ho messo qualche giorno fa sul mio blog personale. Vi pregherei di riprendere la discussione con i vostri commenti.  Laura Massera =============================== Vorrei fare una riflessione su una questione che mi assilla da un po’. Io sono un’editor (oltre a tante altre cose) e nell’evoluzione... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑