Marcovaldo, di Italo Calvino, a cura di Enrico Pompeo

MARCOVALDO – Italo Calvino, Illustrato da Sto. Oscar Mondadori. Ogni tanto anche un classico. L’anno scorso ho parlato di Dostoevskij, questo 2020 parte con Calvino. Magari, tra poco, ci sarà spazio anche per Rodari, visto che è il centenario della nascita. Ma andiamo in ordine. Perché Calvino? Beh, è semplice: è il più grande scrittore... Continue Reading →

Strade – di Enrico Pompeo

Il corteo si stringe all’angolo della strada e io mi guardo intorno. Vedo Maria, Julia e più in là Isabel che parlano, urlano, sorridono, tutte dietro lo striscione. Forse esagero. È solo che… no, basta con la paura; è con quella che ci hanno tenuto sotto. Ma ora è diverso: siamo tante donne che lottano... Continue Reading →

L’innocente – di Friedrich L. Friede

Il clangore dello sfollagente sulle sbarre lo fece sussultare. Franco alzò la faccia dalla manica umida di lacrime per vedere cosa volesse il secondino. «Russo, c’è una telefonata per te» disse quello con tono distaccato. Lui balzò in piedi e si asciugò le guance. Attese che l'inferriata venisse aperta e seguì la guardia lungo il... Continue Reading →

Cosa pensate della letteratura erotica?

Oggi vi sottopongo la recensione di un libro che è nella mia lista di lettura: Il danno di Josephine Hart. Cosa pensate della letteratura erotica? La scrivete? La leggete? E soprattutto, che cos'è che la caratterizza davvero? Serena Pisaneschi Molti anni fa, direi più di venti, ho letto "uccellini" di Anais Nin, sarà che ero... Continue Reading →

Fab Four – di Claudio Santoro

Odiava quelle giornate di lavoro. Le odiava tutte. A pensarci bene, odiava anche il suo lavoro da archivista! E per premiarlo del suo stacanovismo, l’avevo persino invitato a una riunione importante. L’unica parte del corpo che muoveva era il sopracciglio, il resto del corpo sembrava congelato in una sola espressione: dal viso alle spalle, dalle... Continue Reading →

#riscrittura – Via da qui!

Il racconto originale, qui di seguito, è di Elisa Savoldelli "Vattene, adesso!" ordino sussurrando alla ragazza di fronte a me. Ha gli occhi pieni di paura, le sue labbra tremano leggermente. "Prendi le tue cose e vai via!" una lacrima le scivola dagli occhi gonfi, le carezza il viso pallido; solo un alone violaceo si... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑