L’eredità di Eszter, di Sándor Márai, a cura di Friedrich L. Friede

Marai

Un piccolo libro delicato ma intenso, che segue la confessione di una donna e delle sue debolezze nell’affrontare la figura devastante dell’amato Lajos, cialtrone e mentitore privo di ogni scrupolo e di un senso anche solo basilare della morale, mentre attraversa ancora una volta la sua vita dopo vent’anni di assenza. Le due figure principali giganteggiano. Lajos, con la completa cecità verso la distinzione fra il bene e il male, è una figura sommamente negativa, ma l’innocente sincerità con cui ammette i suoi sbagli mentre continua a far spregio di tutto ciò che gli sta intorno porta infine a empatizzare con lui. Eszter invece inizia la sua parabola come vittima e paladina della giustizia, ma con l’ostinata incapacità di vivere e di amare davvero, di prendere in mano anche solo per un attimo la sua vita, finisce per essere più irritante e biasimevole del suo carnefice. Invano i comprimari cercano di evitare il baratro verso cui il loro rapporto è lanciato, frutto di una vita di incomprensioni e di non detti in cui si inserisce la figura oscura di Vilma, la defunta sorella di Eszter e moglie di Lajos, che si scoprirà aver avuto molta parte nella loro infelicità. La prosa sente il peso degli anni, a volte riecheggia i toni del romanzo gotico, ma mantiene la tensione psicologica di una vicenda che sembra assurda, se esaminata con occhio lucido e critico, ma è intrisa della verosimiglianza di mille e mille rapporti umani inspiegabilmente disturbati, di vittime incapaci di ribellarsi ai carnefici, di una sudditanza psicologica irrazionale eppure invincibile. Breve, bello e profondo. Da leggere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: